Igiene orale e prevenzione: le linee guida

Prendersi cura della propria igiene orale è fondamentale per assicurarsi nel tempo e con l’avanzare dell’età la salute di denti e gengive.

Che cosa significa prendersi cura della propria igiene orale e prevenire i rischi della formazione di placca, carie e di ogni altro disturbo del cavo orale?

Molte persone tendono a occuparsi con troppa superficialità della propria igiene orale. Spesso il solo uso dello spazzolino non è sufficiente ma è necessario osservare un trattamento preventivo dentario più completo. Di seguito illustreremo un quadro generale per aiutare i nostri pazienti ad avere comportamenti utili a prevenire la salute della propria bocca.

Che cos’è l’igiene orale

L’Igiene Orale non è altro che quell’insieme di regole che vengono praticate per eliminare la placca batterica e il tartaro che si accumulano di giorno in giorno.

L’igiene orale si distingue in:

  • Domiciliare, effettuata quotidianamente dal paziente;
  • Professionale, eseguita presso uno studio odontoiatrico, il cui scopo principale è quello di prevenire e curare le malattie dei denti, delle gengive e di tutto il cavo orale.

Il primo passo da compiere per assicurarsi una corretta igiene orale quotidiana è associare la cura personale di denti e gengive a una seduta professionale più approfondita.

La disciplina e le buone regole dell’igiene orale espletano un ruolo fondamentale nel prevenire determinate patologie e disturbi della bocca.

Inoltre, una buona educazione in materia di igiene orale aiuta a promuovere la salute odontoiatrica dei pazienti al fine di migliorare anche la salute olistica ed estetica.

Quotidianamente ogni paziente deve prendersi cura dei propri denti attraverso una minuziosa pulizia, la quale deve essere eseguita utilizzando nella maniera corretta spazzolino, filo interdentale e collutorio.

Questo è sicuramente il primo passo per assicurare una buona igiene orale quotidiana, ma non si rivela sufficiente per inibire e contrastare la formazione e l’accumulo di tartaro e placca.

Infatti un’igiene orale troppo frettolosa ed effettuata senza la necessaria cura determina, a lungo andare, l’incompleta rimozione della placca dentale che costituisce la base su cui si vengono a depositare i sali minerali responsabili di incrostazioni e calcificazioni.

È bene chiedere un parere esperto per conoscere lo strumento più idoneo al lavaggio dei denti, che sia uno spazzolino fluorato manuale e/o elettrico. In alcuni casi quello elettrico, dotato di testina ruotante, è in grado di compiere un lavoro di pulizia più profondo rispetto a quello manuale.

Inoltre, a seconda del paziente, la spazzolatura deve essere accompagnata a un’adeguata pulizia interdentale che deve essere eseguita con filo interdentale o con scovolini.

La pulizia quotidiana di bocca e denti aiuta a rimuovere batteri e residui di cibo che si depositano sullo smalto o negli spazi interdentali, ma non è in grado di eliminare completamente placca e tartaro.

Infatti, questi si sedimentano sotto l’arcata gengivale o in altri punti del cavo orale non raggiungibili con lo spazzolino.

Per una pulizia più completa è necessario recarsi periodicamente dal proprio dentista di fiducia.

Cosa provoca una cattiva igiene orale

La corretta igiene orale quotidiana è molto importante, non solo per mantenere i denti sani ma anche per prevenire la comparsa di patologie più gravi.

Alcune delle conseguenze derivanti da una cattiva igiene orale sono rappresentate da carie e malattie gengivali, come piorrea e gengiviti.

Anche l’alitosi può essere causata da una cattiva igiene orale: spesso viene considerata solo come un disturbo temporaneo, ma in realtà può essere considerata un importante indicatore dello stato di salute del cavo orale.

Infatti, un’alitosi persistente dovrebbe insospettire il medico e spingerlo a eseguire ulteriori accertamenti per valutare il quadro clinico del paziente.

Non si deve trascurare poi il legame esistente tra cattiva igiene orale e comparsa di malattie cardiache.

Secondo una ricerca scientifica, la perdita dei denti contribuisce all’incremento del livello di alcuni enzimi che potrebbero causare la comparsa di infiammazioni e provocare occlusioni arteriose. Ciò comporta un maggiore rischio di sviluppare malattie cardiache (infarto, ischemia, ictus).

Uno studio scientifico pubblicato nel 2006 ha validato la tesi che ben il 62% dei pazienti affetti da malattie e disturbi del cavo orale sono più inclini a sviluppare il tumore al pancreas.

Il sanguinamento dalle gengive durante il lavaggio quotidiano è un primo chiaro segnale dell’infiammazione che può, se sottovalutato, promuovere la produzione di nitrosamine, una sostanza che nel tempo diventa cancerogena per l’organismo umano.

I ricercatori della University of Central Lancashire hanno scoperto che il batterio Porphyromonas gingivalis, responsabile della gengivite, può arrivare a circolare nel sangue se un dente infiammato non viene curato.

Attraverso il flusso sanguigno il batterio può raggiungere qualsiasi parte del corpo, anche il cervello, cagionando la degenerazione delle cellule cerebrali e il rischio di comparsa del Morbo di Alzheimer.

Come curare l’igiene orale

Durante il lavaggio dei denti i movimenti effettuati con lo spazzolino devono essere precisi. Occorre spazzolare in senso verticale, dalla radice del dente verso la punta, per rimuovere la placca che si deposita nel colletto gengivale.

Occorre concentrare la pulizia del cavo orale anche nella parte interna dell’arcata dentale superiore, inferiore e della superficie occlusale.

Curare l’igiene orale comporta la necessità di spazzolare più volte al giorno la lingua, che trattiene molteplici residui alimentari e favorisce la proliferazione di germi e batteri.

È importante affidarsi ad uno studio dentistico che sappia individuare carie nascoste o un principio di infezione o di infiammazione gengivale.

Il controllo odontoiatrico deve essere pianificato ogni sei mesi: si tratta di un investimento che aiuta nel medio-lungo termine a evitare la comparsa di fastidiosi problemi.

Dentisti e igienisti sono a disposizione dei pazienti per aiutarli a curare non solo l’igiene ma anche per migliorare il lato estetico.

Nel nostro Centro Dentistico abbiamo organizzato una specifica attività di segreteria e finalizzato le competenze professionali indispensabili allo svolgimento di tali attività educative e terapeutiche.

Le attività possono essere riassunte in:

  • corsi di igiene orale e sugli stili di vita;
  • screening parodontale e di carie;
  • programmi di sedute di igiene orale individualizzati;
  • programmi di mantenimento individualizzati.

Come spiegare l’igiene orale ai bambini

È importante educare i bambini a prestare la dovuta attenzione alla propria igiene orale insegnando loro a prendersi cura dei propri denti.

I dentisti consigliano di pulire le gengive dei neonati addirittura prima che spunti il primo dentino.

È utile affidarsi al dentista per apprendere la modalità corretta di detersione dei denti e per individuare i prodotti più giusti per lui.

Il nostro studio dentistico con sede a Milano offre sessioni didattiche in cui gli stessi bambini potranno imparare a prendersi cura della propria bocca.

Le tre fasi per una corretta prevenzione

I programmi di igiene e prevenzione sono alla base della nostra filosofia di lavoro. In concreto proponiamo un’attività di educazione sanitaria che riguarda tutti gli aspetti preventivi:

La prevenzione primaria: è la vera prevenzione, riguarda il paziente sano e ha l’obiettivo di evitare o ridurre l’insorgenza della malattia attraverso l’analisi dei fattori di rischio, degli stili di vita e formulando percorsi individualizzati.

La prevenzione secondaria: riguarda la malattia quando questa si è instaurata e ha l’obiettivo di effettuare una diagnosi precoce, utilizzando i mezzi diagnostici adeguati (sondaggio parodontale) e basandosi su protocolli scientifici internazionali adattati al singolo caso.

La prevenzione terziaria: riguarda la malattia dopo che è stata curata e ha l’obiettivo di evitare o ridurre il rischio di recidiva, coinvolgendo il paziente in un programma di mantenimento individualizzato.

Contattaci






*campi richiesti