Protesi

Protesi

Per protesi dentale si intende un manufatto che ha lo scopo di ricostruire e/o sostituire la struttura dentale danneggiata o persa, ripristinando la funzione e ridando, o addirittura in alcuni casi migliorando, l’estetica della bocca.

Quando non è possibile ricostruire un dente in maniera conservativa (ad esempio per mezzo di otturazioni o intarsi) o si presenta il problema della perdita di uno o più denti, esistono diverse tipologie di protesi che possono sopperire ai danni di carattere funzionale e estetico, che sono:

PROTESI MOBILE: utilizzata quando si presenta la perdita di più denti, può essere rimossa facilmente durante l’arco della giornata dal paziente stesso per le necessarie manovre di igiene. Può essere totale o parziale, a seconda che non ci siano più denti in una o in entrambe le arcate dentali superiore e inferiore o ne siano rimasti alcuni.

PROTESI FISSA, che comprende:

  • faccette: si tratta di sottili lamine di ceramica che vengono applicate saldamente alla superficie esterna dei denti anteriori con l’obiettivo di rimodellarne la forma e ottenere l’effetto di “ringiovanire” il sorriso;
  • corone: permettono la ricostruzione completa dell’anatomia perduta del dente anche se gravemente distrutto, ridando funzione ed estetica;
  • ponte fisso: è una sostituzione permanente composta da uno o più denti ricostruiti (capsule) che vengono fissate ai denti vicini, che devono per questo essere limati (rimpiccioliti);
  • ponte adesivo: questa soluzione consiste “nell’incollare” il dente mancante ai denti vicini mediante piccole alette presenti sulla superficie interna del ponte, senza bisogno, di solito, di limare i denti pilastro. Permette un ottimo risultato estetico specie dei settori anteriori della bocca e può essere utilizzata in attesa di eseguire una terapia implantare (ad es. in caso di perdita di uno o più denti per traumi in età giovanile) o in casi in cui sia impossibile una terapia implantoprotesica e infine come protesi provvisoria.

PROTESI SU IMPIANTI OSTEOINTEGRATI: fanno parte di questo tipo di protesi (implantoprotesi) tutte le metodiche, rimovibili e fisse, che utilizzano gli impianti come ancoraggio.

Ad eccezione delle faccette, tutte le tipologie protesiche elencate possono essere costruite in laboratorio sia con tecniche e materiali tradizionali (metallo-ceramica) sia con tecniche e materiali innovativi (es. sistematiche cad-cam, pressofusione), che non richiedono la presenza di metallo e per questo definite “ceramiche integrali”.

PROTESI ESTETICHE SENZA METALLO: l’utilizzo di ceramiche integrali, (zirconia, disilicato di litio, ceramiche feldspatiche), materiali altamenti resistenti e biocompatibili, permette di ristabilire la corretta funzione masticatoria e ottenere un’estetica analoga al sorriso naturale in modo stabile e duraturo.

Questi materiali presentano notevoli vantaggi:

  • no allergie;
  • no intolleranze;
  • abrasioni da usura simili al dente naturale;
  • no antiestetici bordini;
  • funzionalità immodificata;
  • durata nel tempo.

Tali tecniche vengono da noi applicate sia alla protesi tradizionale che a quella su impianti, partendo da casi semplici sino a riabilitazioni complesse.

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH